porto
Alla scoperta,  Laghi e natura,  Lecco,  Lombardia,  Nord Italia

Bellano da vedere: tutto quello che la città offre

Bellano è una cittadina situata sulla sponda orientale del lago di Como, con un suo centro interessante e molto suggestivo, il suo lungolago e l’orrido da non perdere. Piccola ma affascinante, Bellano è riuscita ad aggiudicarsi il premio bandiera arancione del touring club, grazie al suo centro storico concentrato, la segnaletica ben visibile e le informazioni molto comode presenti sul sito. Per noi è stata una vera scoperta scoprire tutto quello che c’è da vedere e fare a Bellano.
Il suo centro storico si affaccia sul lago e ci è piaciuto il modo in cui sia tenuto davvero curato, passeggiando infatti noterete tantissime aiuole e vasi di fiori che rendono il tutto ancora più carino. Una cittadina che sembra una bomboniera, perfetta per un giro di un giorno. Bellano è famosa soprattutto per la visita all‘Orrido, una gola naturale che ha reso la città un’interessante attrazione turistica. Ma a Bellano c’è altro da vedere e fare, scopriamolo insieme passo passo.

bellano

Bellano come arrivare

Prima di tutto vediamo come ci si arriva, una grande comodità di Bellano è la stazione dei treni Bellano-Tartavalle Terme, che affaccia proprio sul centro cittadino. Posta sulla linea Tirano Lecco, si può raggiungere comodamente da Milano o da Lecco. Oppure da altre città facendo cambio a Lecco, da lì dista circa mezz’ora di treno. Può essere raggiunta in auto dalla strada statale 36 che percorre tutta la sponda del lungo lago.

Bellano: cosa fare

1. Orrido di Bellano

Partiamo ovviamente dall’attrazione più famosa di Bellano da vedere, si tratta di una gola naturale attraversata dal fiume Pioverna, che si addentra tra la roccia, creatasi nel corso dei secoli. Al suo interno accoglie una bellissima cascata e potrete osservare i percorsi e le insenature tra le rocce che vi accompagneranno durante tutto il percorso. Lo spettacolo è davvero mozzafiato e ne vale la pena. Per raggiungerlo ci sono le indicazioni a partire dalla stazione, da cui dista solo cinque minuti. Dalla strada principale vi troverete a percorrere una scalinata che vi porterà fino all’ingresso, il costo è di cinque euro e il percorso durerà circa trenta minuti. La gola è visitabile grazie a delle passerelle che l’attraversano. Vi avvertiamo però: non è fatta per chi soffre di vertigini. Io ne soffro e ho voluto provarci lo stesso, beh avevo le gambe che mi tremavano, è stato un mix di terrore e fascino! Una scelta folle ma non me ne pento, ovviamente grazie alla compagnia di Sabrina che mi sosteneva. Insomma se lo fate sappiate che non sarà facile 😀

2. Chiesa di Santi Nazaro e Celsio e Chiesa di Santa Marta

Uscendo dall’orrido vi ritroverete vicini a queste due chiese, che vale la pena visitare. La Chiesa dei Santi Nazaro e Celsio si trova proprio di fianco all’orrido, si tratta di una chiesa di stile romanico risalente al XIV secolo. L’interno mantiene le sue origini romaniche nello stile, mentre la facciata esterna si caratterizza per lo stile gotico.
La chiesa di Santa Marta sorge proprio di fronte e si tratta di un piccolo oratorio molto caratteristico da visitare.

3. Il lungolago

lago di como

Spostiamoci adesso sul punto forte della città, vedere Bellano vuol dire anche passeggiare sul suo lungolago così grazioso e curato. Qui sorgono anche i principali ristoranti, bar e gelaterie. Passeggiate e godetevi il panorama, percorretelo da entrambi i lavori che vi porteranno dalla piazza al porticciolo. Ricca di fiori e di panchine, siamo nel cuore di questa cittadina così graziosa. Punto cruciale è la piazza Tommaso Grossi, scrittore italiano nato a Bellano nel ‘700.

4. Sentiero del viandante

sentiero del viandante

Per gli appassionati di trekking Bellano è uno dei punti del Sentiero del Viandante, un’antica mulattiera che percorre tutta la sponda orientale del lago di Como. Il percorso è il risultato di mutazioni durante la storia e unisce diversi percorsi realizzati nel tempo. La strada ripercorre il lago da Lecco fino a Sorico, nel suo punto più alto. Percorrerlo per interno ovviamente impiegherebbe giorni, ma il bello di questa strada è che può essere divisa per tappe, un esempio può essere andare da Bellano a Varenna, altra bellissima città sul lago di Como. Potrebbe essere un’idea per una giornata nella natura.

5. Percorrere il centro storico e mangiare nei locali tipici

pizzoccheri

Bellano, come tutte queste cittadine così piccole, nel suo centro storico è ricca di stradine piccole e caratteristiche dove sorgono localini da scoprire, botteghe e altro. Tra le cose da fare a Bellano sicuramente vale la pena fermarsi a mangiare prodotti tipici, un esempio sono i pizzoccheri. Si tratta di un piatto a base di pasta di grano saraceno, preparati con patate, verza e formaggio. Ci sono altri piatti tipici a base di pesce, come ad esempio i missoltini, tipici della cucina di Como si tratta di pesce di lago essiccati. Alcuni ristoranti famosi sorgono sul lungolago. Noi siamo andate al Ristorante Cavallo Bianco che ha anche una bellissima terrazza sul lago, altri ristoranti sono La Darsena o la Trattoria del Ponte.

6. Un percorso tra gli artisti del tempo

lungolago

Bellano è stata raccontata dagli artisti Andrea e Giancarlo Vitali, il primo attraverso la scrittura e il secondo attraverso i quadri. Le opere di Andrea Vitali iniziano negli anni novanta e continuano negli anni successivi, arrivando al successo con l’opera chiamata Una finestra vistalago, un romanzo corale ambientato proprio nella città di Bellano, che ripercorre tutta la sua bellezza. Giancarlo Vitali ha iniziato il suo percorso intorno agli anni cinquanta, realizzando tantissime opere.
Come già accennato anche Tommaso Grossi fa parte degli artisti della città, amico di Alessandro Manzoni, è stato un esponente del romanticismo.

Conclusioni

Abbiamo visto insieme tutto quello che c’è da vedere e da fare a Bellano, speriamo che ti sia piaciuto questo percorso all’interno di una cittadina meno conosciuta ma bella e valida da visitare, soprattutto per una gita di un giorno rilassante al lago. Se hai altre idee o suggerimenti, o vuoi semplicemente farci sapere la tua lasciaci un commento o scrivici sulla nostra pagina Instagram, Pinterest o Tiktok.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.