firenze in due giorni
Centro Italia,  Firenze,  Toscana

Firenze in due giorni: un viaggio nell’arte rinascimentale

Firenze è sinonimo di arte. Culla del rinascimento, ha accolto artisti come Brunelleschi, Donatello, Masaccio e non solo. A Firenze sono passati quelli che sono definiti i tre grandi geni dell’arte: Leonardo da Vinci, Michelangelo Buonarroti e Raffaello Sanzio.

Se vi piace l’arte rischierete di sentirvi male in un tale concentrato di cultura. Considerata una delle città più famose e belle al mondo, è diventata Patrimonio dell’UNESCO dal 1982. Firenze è stata inoltre la culla della lingua italiana, è qui che Dante ha utilizzato per la prima volta la lingua “volgare” e non più il latino.

Quello che troviamo a Firenze è insomma la testimonianza di alcuni degli artisti e scrittori più famosi al mondo. Tra le attrazioni principali ci sono il Duomo, con la sua Cupola realizzata da Brunelleschi, La Chiesa di Santa Maria Novella, la Galleria Degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia e Piazza della Signoria. Il nostro viaggio a Firenze in due giorni è stato veramente intenso, non credo ci sia altro modo di definirlo. Vi troverete davanti ad opere che ci invidia tutto il mondo come il David di Michelangelo o La nascita di Venere e la Primavera di Botticelli.

Come arrivare a Firenze

In treno

Stazione di Santa Maria Novella è la stazione che vi porterà proprio in centro città, di fianco ad una delle attrazioni principali. La stazione collega i treni con tutte le regioni, compresi treni ad alta velocità Frecciarossa.
Altre stazioni che effettuano tratte nazionali sono Firenze Campo di Marte e Firenze Rinfredi.

In aereo

Aeroporto Amerigo Vespucci di Firenze. Dall’aeroporto si può arrivare in tram alla stazione di Santa Maria Novella al prezzo di 1,50 euro. Altrimenti in autobus con Vola in bus, facente parte di BusItalia che vi porta alla solita stazione, prezzo del biglietto 6 euro.

In auto

Autostrada A1, collega l’Italia da nord a sud e ha diverse uscite per Firenze.

Firenze in due giorni

Giorno uno

Santa Maria Novella

Orari: gli orari cambiano a seconda della stagione e del giorni, qui trovate tutto l’elenco dettagliato
Prezzo: 7,50 euro

Come ho anticipato la stazione principale sorge proprio vicino ad una delle attrazioni. Ecco perché partiamo dalla Basilica di Santa Maria Novella, una delle più importanti chiese di Firenze. La sua facciata rappresenta una delle opere più importanti del rinascimento fiorentino. Sorge su una piazza molto ampia e ariosa.

firenze in due giorni

Basilica di San Lorenzo

Orari: dal lunedì al sabato 10 – 17 , domenica 13:30 – 17:30
Prezzo: 7 euro basilica, 9,5 euro basilica e biblioteca medicea

Da qui prendiamo via del Giglio e in cinque minuti arriviamo alla Basilica di San Lorenzo. Siamo davanti alla prima cattedrale della città, fu infatti consacrata da Sant’Ambrogio nel 393. La Basilica è stata poi ristrutturata nel 1400 ad opera di Brunelleschi e al suo interno vi sono tantissime opere importanti. Ed è anche qui che si trovano le Cappelle Medicee, a cui si arriva passando per la Sagrestia Nuova.
Qui vicino sorge anche il Mercato Centrale, noi adoriamo sempre fare una capatina ai mercati della città 🙂

Galleria dell’Accademia

Orari: dal martedì alla domenica 8:15-18:50
Prezzo: 12 euro

Prendendo via Guelfa si arriva alla Galleria dell’Accademia. Si tratta del museo che espone il maggior numero di opere di Michelangelo. Si trova infatti qui il David, opera marmorea famosa in tutto il mondo e diventata icona dell’artista. Da grande amante di Michelangelo, vedere la sua grande opera mi ha fatto rischiare di avere la sindrome di Stendhal, quando si arriva ad avere capogiri e fremiti di fronte ad un’opera d’arte molto bella. La statua è perfetta e rifinita in ogni angolo, potrete incartarvi a guardarla a lungo e non riuscirete comunque a spiegarvi tanta bellezza.

Lungo il percorso per arrivare al David sono esposte anche le Prigioni, altre importanti e significative opere dell’artista.
Vicino alla Galleria sorge Piazza San Marco, da lì abbiamo proseguito fino a Piazza della Santissima Annunziata e siamo poi andate verso il fiume fino alla Basilica di Santa Croce.
Simbolo del gotico italiano, è una chiesa grande e maestosa, sorge su un’ampia piazza dove poter sostare per ammirarla.

firenze in due giorni

Piazza Michelangelo

La giornata è stata bella impegnativa. Siamo pronte per le ultime due attrazioni che si trovano in una posizione di altitudine rispetto al resto della città. Bisogna arrivarci in autobus, noi abbiamo preso il 13 che ci ha portato fino a su dove si trova Piazza Michelangelo.

Da qui avrete una vista di Firenze dall’alto e quello che spunterà all’occhio sarà la visuale del Duomo, potrete ammirare la cupola di Brunelleschi in tutta la sua magnificenza. La piazza è abbastanza semplice, troverete una lunga balconata da cui osservare la città, un parcheggio e al centro una statua che è l’imitazione del David di Michelangelo.

piazza michelangelo

San Miniato al Monte

Orari: dal lunedì al venerdì 09:30-13:00, 15 – 17
Prezzo: gratuita

Già che siamo qui non possiamo fermarci a visitare un’altra importante chiesa. Sorge a pochi passi dalla piazza la Chiesa di San Miniato al Monte. Molto diversa dalle altre chiese visitate, ha infatti una facciata romanica e al suo interno è medievale. Risale all’XI secolo. La visita è gratuita.

La prima giornata finisce così, per cenare con una schiacciata e un po’ di vino presso I’ Girone De’ Ghiotti, che consiglio vivamente. Il bello della Toscana è anche il cibo 😉

san miniato al monte

Giorno due

Duomo

Il secondo giorno inizia da quella che è un’attrazione non solo importantissima per la città ma anche per il mondo. Parliamo del Duomo di Firenze, che è composto dalla Cattedrale, il Campanile di Giotto e il Battistero di San Giovanni.

La Cattedrale di Santa Maria del Fiore è non solo la principale chiesa fiorentina ma anche una delle più importanti e conosciute in Italia.
Quando venne terminata alla fine del Quattrocento era la chiesa più grande del mondo, ad oggi è la terza d’Europa. La costruzione, ordinata dalla Signoria, dura quasi duecento anni, in un intervallo che va tra il 1296 e il 1436. Al suo interno la superficie è interamente decorata ad affresco, ad opera di Giorgio Vasari e Federico Zuccari. Maestosa poi è la Cupola di Brunelleschi, che è ancora oggi la cupola muraria più grande del mondo.

A pochi passi c’è Piazza della Repubblica, molto elegante ha nel centro una piccola giostra e ai lati sorgono tanti caffè caratteristici.

duomo firenze

battistero di san giovanni

Piazza della Signoria

Siamo in pieno centro e sono pochi minuti per arrivare ad un altro punto importante: Piazza della Signoria. Si tratta della piazza principale della città, centro politico e culturale, accoglie eventi importanti.
Su un lato della piazza sorge il Palazzo Vecchio, è un palazzo civico ed è tra i più famosi al mondo, è stato realizzato intorno al ‘300.
Davanti al palazzo sorge la Fontana di Nettuno e una copia del David di Michelangelo, che spesso ha “fregato” parecchio turisti.
Su un altro lato sorge la Loggia Dei Lanza. Caratterizzata da archi a tutto sesto, al suo interno accoglie diverse statue che l’hanno resa un museo a cielo aperto.

palazzo vecchio

Galleria degli Uffizi

Orari: mercoledì, giovedì e venerdì 14.00 -18.30, sabato e domenica 9.00 – 18.30 (orario ridotto causa COVID)
Prezzo: 20 euro

Basta svoltare l’angolo dalla Piazza per arrivare alla Galleria degli Uffizi. Siamo davanti ad uno dei museo più famosi al mondo, quante volte sui libri di storia dell’arte ne ho sentito parlare, quante opere conosciute soltanto attraverso le pagine stampate. Al suo interno ci sono opere inestimabili e invidiate da ogni parte del mondo. La Galleria infatti espone artisti come Botticelli, Caravaggio, Raffaello, Filippo Lippi, Tiziano, Michelangelo e tantissimi altri.La visita impiega circa due o tre ore.

Ponte Vecchio

Ci dirigiamo allora verso il Ponte Vecchio. Si tratta di uno dei ponti più famosi al mondo, sorge sul fiume Arno ed è anch’esso simbolo della città.
Il ponte è ricco di negozietti e botteghe e ha uno stile che sembra averlo fermato nel tempo. Per arrivarci attraversiamo il Corridoio di Vasari, parte da Palazzo Vecchio, passa per gli Uffizi, per il Ponte Vecchio per portarci poi alla meta finale il Palazzo Pitti.

ponte vecchio firenze

Palazzo Pitti

Orari: dal martedì alla domenica 08: 30 – 13.30 (orario solo mattutino causa COVID)
Prezzo: 16 euro il palazzo, 10 euro i giardini

Il Palazzo Pitti è stata la residenza del Granducato di Toscana. Abitato dai Medici, dagli Asburgo-Lorena e dai Savoia, oggi è diventato un museo. Al suo interno infatti accoglie gallerie di diverso genere. Alcune sono la Galleria Palatina, la Galleria d’arte Moderna, il Museo delle Porcellane. Dal Palazzo poi si accede ai Giardini di Boboli. Un giardino molto esteso che rappresenta il classico esempio di giardino all’italiana.

giardini di boboli

Conclusioni

Finiscono così i due giorni a Firenze, una città che potrebbe essere visitata anche per settimane e avrebbe sempre qualcosa da offrire. Alcuni musei hanno ridotto gli orari a seguito dell’emergenza CODIV, che non c’era quando l’abbiamo visitata, li aggiorneremo nel caso dovessero tornare alla normalità 🙂
Dietro questo itinerario c’è stata l’idea di concentrare le attrazioni principali, senza però essere troppo pesante per fare in modo di visitarle tutte e dedicare loro il giusto tempo.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.