Lombardia,  Milano,  Nord Italia

Itinerario di 10 chiese a Milano da visitare a piedi

10 Chiese di Milano da visitare a piedi

Non tutti forse sanno quanto Milano sia ricca di chiese e di arte, a volte si tende a sottovalutare questo aspetto di fronte ad altre caratteristiche rappresentative della città come la moda o il design. Per questo spesso alcuni luoghi di culto non sono conosciuti, nonostante Milano sia ricca di chiese e anche molto belle, sicuramente da visitare se si ha il tempo di stare qualche giorno di più in città. Il nostro giro si snoda nel centro città ma non riesce a prendere tutte le chiese presente sul luogo perché sarebbero state davvero troppe, motivo per cui ne abbiamo selezionato 10 tra quelle che più ci piacciono.
L’itinerario inizia da San Babila e non dal Duomo perché ci sembrava troppo scontato, il Duomo di Milano è meraviglioso ed è anche la tappa di cui parlano tutti, è quasi impossibile non saperlo.

L’inizio del viaggio, come dicevo, parte da San Babila, si tratta di una della metropolitana M1 (linea rossa), ma si può anche partire da Duomo, dove passano sia la metropolitana gialla che la rossa. Una volta partiti dalla prima chiesa il giro sarà facilmente perseguibile a piedi, in quanto le distante tra una chiesa e l’altra sono davvero ravvicinate.

Itinerario 10 chiese Milano

1.San Babila

chiese milano

Il giro inizia quindi a San Babila, una delle piazze più famose della città che si trova al termine del corso Vittorio Emanuele II che inizia dal Duomo. Con la sua facciata neoromantica, l’edificio risale all’XI secolo ma di quella che era la chiesa originale non rimane quasi nulla, la chiesa ha subito tante ristrutturazioni negli anni per diventare quella che vediamo oggi.

2.San Bernardino alle Ossa e Santo Stefano

chiese milano

A pochi passi da San Babila inizia via Larga dove si trovano in realtà non una ma due chiese una di fianco all’altra. La Basilica di Santo Stefano Maggiore e la Chiesa di San Bernardino alle Ossa. Entrambe le chiese affacciano su un’ampia piazza che si trova poco distante dalla Statale di Milano, una zona molto bella e studentesca. Quello che però è di particolare interesse di queste due chiese è la presenza di un’attrazione unica nel suo genere, il famoso “ossario”, si tratta di una stanza situata all’interno di San Bernardino alle Ossa interamente decorata da ossa umane. Uno spettacolo affascinante e macabro allo stesso tempo, un tipo di visita fuori dal comune ma sicuramente suggestiva. La storia di questa chiesa è lunga e quelli che sono i resti si pensa che siano dei malati dell’ospedale che una volta sorgeva lì.

3.Basilica di San Nazaro al Brolo

san nazaro milano

Proseguendo verso l’università degli studi di Milano, zona che vi consiglio di visitare, o in cui fermarvi visti i tantissimi localini carini ed economici, passando anche per la chiesa di Sant’Antonio Abate, si arriva alla Basilica di San Narazo al Brolo. Situata sull’omonima piazza, si tratta di una delle più antiche chiese a croce latina dell’arte occidentale. Venne costruita intorno alla fine del 300 in epoca tardoimperiale per volere del vescovo Sant’Ambrogio. Trasformata nel 1075 in una chiesa romanica a seguito di diversi danneggiamenti, ha subito numerose trasformazioni anche negli anni successivi, fino a diventare quella che vediamo oggi.

4.Chiesa Sant’Alessandro di Zebedia

chiese milano

Continuando la camminata andiamo verso corso di Porta Romana fino ad arrivare a Missori, una famosa piazza molto bella da visitare, tra panchine, palazzi molto curati e cespugli carini. A pochi passi c’è la bellissima Chiesa Sant’Alessandro di Zebedia, si tratta di un’espressione del pieno barocco, ricca di decorazioni, affreschi e bassorilievi, è una delle chiese che ci è piaciuta di più. Quando si tratta di decorazioni per noi è facile innamorarsi dell’arte e le chiese barocche sono il nostro genere decisamente!

5.Santa Maria presso San Satiro

san satiro
Dalla chiesa di Zebedia basta continuare a percorrere la traversa per spuntare su via Torino, dove si trova la Chiesa di Santa Maria presso San Satiro. La chiesa viene costruita a partire dal 400, è famosa per il suo finto coro bramantesco. L’effetto prospettivo è davvero incredibile.
Dall’altra parte della strada sorge il Tempio civico di San Sebastiano. Già che siamo dall’altra parte della strada imboccando una traversa da via Torino (Via Valpetrosa) si può arrivare alla Chiesa di Santo Sepolcro e la Biblioteca Ambrosiana. Della chiesa è possibile visitare il sepolcro al prezzo di 12 euro.

6.San Lorenzo Maggiore

chiese milano

Ritornando su via Torino in cinque minuti si arriva alla Basilica di San Lorenzo Maggiore e alle sue colonne, un tempo parte dell’anti-portico dell’edificio. Si tratta di una delle chiese più antiche della città e tra i maggiori complessi monumentali di opera romana. Siamo una zona piena di locali ed un punto di ritrovo per i giovani della città, la zona delle colonne è molto bella ed è facile trovare persone sedute sotto le colonne rimaste per poter fare due chiacchiere con gli amici o bere una birra all’aperto.

7.Sant’Ambrogio

In poco meno di dieci minuti si arriva a Sant’Ambrogio, la seconda chiesa più famosa della città. Si tratta di un monumento dell’epoca paleocristiana e medievale ma non solo. La chiesa è un punto di riferimento della storia milanese e della Chiesa Ambrosiana. Nella tradizione è considerata la chiesa più importante di Milano dopo il Duomo.
Consiglio di fare un giro anche nei dintorni dove ci sono dei giardinetti dove poter sostare. Di fianco poi si trova il Tempio della Vittoria e l’Università Cattolica da visitare per i suoi cortili.

8.San Maurizio al Monastero Maggiore

Camminando per altri cinque minuti si arriva a corso Magenta dove si affaccia la chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore. Percorrendo la strada quasi non si nota, ma quando si supera l’ingresso si viene circondati da arte in ogni angolo. Le chiesa è interamente decorata ed affrescata su tutte le superfici. Definita la “Cappella Sistina di Milano”, è senza ombra di dubbio una delle chiese più belle e rappresentative del rinascimento lombardo. Da grandi amanti di simili decorazioni, ci ha davvero affascinato, l’abbiamo visitata tantissime volte.

9.Santa Maria delle Grazie

santa maria delle grazie

Rimanendo su Corso Magenta si arriva a Santa Maria delle Grazie. Dichiarata patrimonio dell’Unesco, è considerata tra le più importanti realizzazioni del rinascimento settentrionale. La chiesa sorge di fianco al museo che ospita il Cenacolo Vinciano, una delle opere più celebri e iconiche di Leonardo Da Vinci. Il luogo è così visitato che per avere disponibilità c’è bisogno di prenotare con largo anticipo, ci sono mesi di attesa. Sul sito ufficiale potrete trovare tutte le informazioni più nel dettaglio.

10.Chiesa di Santa Maria Segreta

renata tebaldi

 

Camminando per altri pochi minuti si arriva all’ultima tappa, Santa Maria Segreta. La facciata è neobarocca e l’interno è costituito da una sola navata, l’interno è caratterizzato da colori tenue e ampie decorazioni soffici. Ma la bellezza di questa chiesa è anche la posizione strategica, si trova infatti di fronte al giardino Renata Tebaldi. Si tratta di un giardino molto piccolo ma che durante la stagione primaverile diventa un incanto. Centinaia di fiori rosa vi circonderanno, regalando un’atmosfera unica, quasi sognante. Da qui potete se dovete ritornare siete a pochi passi da Conciliazione, un’altra fermata della metropolitana m1 rossa.

Conclusioni

Insomma il nostro giro è finito, siamo partite da San Babila e abbiamo terminato a Conciliazione, passando per alcune zone come Via Larga, Corso di Porta Romana e Via Torino, zone della città da visitare non solo per le chiese, ma per immergersi nella città, alla scoperta di tutto quello che ha da offrire. E questa è solo una piccola parte di tutto quello che c’è da visitare a Milano.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.