palermo da vedere
Sicilia,  Sud Italia

Palermo da vedere: le 20 attrazioni più belle

Palermo è una città della Sicilia a dir poco meravigliosa e c’è veramente tantissimo da vedere. Non è facile scegliere cosa guardare, ecco perché abbiamo deciso di stilare una lista delle venti attrazioni che riteniamo assolutamente imperdibili. Ovviamente non è facile visitarle tutte se non si alloggia almeno due o tre giorni, ma vale la pena credimi, Palermo è una città bellissima. Ricchissima di arte e storia, ha chiese meravigliose, le spiagge, il porto, piazze, fontane e cibo delizioso!
Scopriamo allora quello che c’è da vedere a Palermo. Ricorda di seguirci su instagram, pinterest e tiktok  per rimanere aggiornato sui nostri viaggi e commentare insieme 🙂

Palermo da vedere: le 20 attrazioni

1.Teatro Politeama

palermo da vedere
Iniziamo da una delle prime attrazioni della città e punto di riferimento cittadino: il teatro Politeama con la sua piazza Ruggero Settimo. Il teatro è al termine di via Libertà ed apre la strada a via Ruggero Settimo, strada che vi porta fino al cuore del centro storico di Palermo. Il teatro sorge davanti ad un’immensa piazza dove sarà molto facile trovare ragazzi sugli skate o seduti sui gradoni delle statua al centro della piazza. Il teatro risale all’800 ed accoglie spettacoli di diverso tempo. Visitate anche la Piazza Castelnuovo che trova di fronte. E se avete fame a due passi c’è Spinnato, pasticceria storica dove potrete mangiare sia dolce che salato.

2.Giardino inglese

giardino inglese

Quest’attrazione non si trova nel cuore del centro storico ma a poca distanza dal Teatro Politeama. Il Parco Piersanti Mattarella, chiamato anche Giardino Inglese, sorge su via Libertà, una delle strade principali di Palermo. Si tratta della villa comunale della città ed è un luogo perfetto per rilassarsi nel verde. Il posto è l’ideale soprattutto d’estate per ripararsi dalle alte temperature al fresco di qualche albero. Al suo interno ci sono aree per i bambini e un bar.

3.Teatro Massimo

palermo da vedere

A dir poco meraviglioso già dalla sua imponente facciata, il Teatro Massimo è il più grande teatro lirico d’Italia ed uno dei più grandi d’Europa. L’ingresso è caratterizzato da un colonnato con una gradinata monumentale, sulle cui sponde ci sono due statue imponenti. Il teatro fu realizzato nell’arco di vent’anni tra il 1875 e il 1897, a seguito di un concorso bandito nel 1864 e vinto da Giovan Battista Filippo Basile. Archi, colonne e finestre che si ripetono caratterizzano l’architettura di questo splendido teatro, d’ispirazione greco e romana. Può essere visitato al suo interno ma già solo la sua facciata vi affascinerà.

4.Piazza Quattro Canti

piazza quattro canti

A pochi passi dal Teatro Massimo arriviamo in questo incrocio stradale dove si trova la piazza Quattro Canti. Si tratta di piazza pubblica ottagonale in stile barocco su cui sorgono quattro fontane, sormontate da statue ornate a nicchia. Le statue e le rispettive fontane sono suggestive e bellissime, una tappa da non perdere per sentire a pieno l’area della Palermo storica.

5. Santa Maria dell’Ammiraglio

santa maria ammiraglio

Siamo a piazza Bellini su cui sorge la Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, la Chiesa di San Cataldo e la Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria. Siamo di fronte ad un edificio bizantino e normanno del medioevo con torre, a cui si sono aggiunti negli anni altri stili artistici e architettonici. Al suo interno la chiesa è caratterizzata da uno stile barocco e dalla presenza di meraviglioso mosaici bizantini.

6.Chiesa di Santa Caterina d’Alessandria

palermo da vedere

Con i suoi arredi sontuoso, la chiesa di Santa Caterina d’Alessandria è una tappa da fare assolutamente tra tutto quello che c’è da vedere a Palermo. Pagando un biglietto potrete visitare l’interno della chiesa e il monastero. Salite sul terrazzo per avere una visuale del centro storico dall’altro, il fascino unico di Palermo vi colpirà in tutta la sua magnificenza.

7.Chiesa di San Cataldo

Insieme alla chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio rappresenta un’importante testimonianza dello stile arabo-normanno. Già dalla sua facciata, con tre cupole rosse, potrete notare quanto questa chiesa sia caratteristica. Fa parte del sito seriale UNESCO “Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”. L’interno è molto semplice e permette di apprezzare l’architettura originale, sul pavimento sono presenti mosaici.

8. Chiesa del Gesù

Passiamo ad un altro stile totalmente diverso dalle precedenti chiese, la Chiesa del Gesù è una delle chiese barocche più importanti di Palermo e della Sicilia. L’interno è interamente decorato e affrescato in un tripudio di arte e cultura.

9.Cattedrale di Palermo


Siamo nel Duomo di Palermo, è il principale luogo di culto della città di Palermo ed è sede arcivescovile dell’arcidiocesi metropolitana. Altra chiesa che rientra nel sito “Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”. La Cattedrale è a dir poco meravigliosa. La Cattedrale sorge su quelle che erano altre chiese pre-esistenti a partire già dal IV secolo. Il complesso monumentale è ambizioso, avendo subito negli anni continui restauri, aggiunte e modifiche. Il suo portico è ritenuto un capolavoro dell’arte siciliana, con tre arcate orgivali. Il piazzale antistante il Duomo è decorato da giardini e statue.

10.Palazzo dei Normanni

palermo da vedere

Il Palazzo Reale di Palermo, conosciuto anche come Palazzo dei Normanni, è il principale edificio della tradizione culturale e artistica della dinastia normanna, da Ruggero II a Guglielmo II. Al suo interno sorge la Cappella Palatina, fondata nel 1130, rappresenta una delle massime espressioni del sincretismo culturale e artistico normanno, con i suoi meravigliosi mosaici bizantini e pitture di cultura islamica. Si tratta di uno degli edifici più esemplari del sito “Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”.

11.Catacombe dei Cappuccini

Attrazione non adatta a tutti, le Catacombe fanno parte del Convento dei Cappuccini. I sotterranei sono in stile gotico e le salme sono decorate e tenute di tutto punto. L’impressione è davvero suggestiva e non è l’ideale per chi è più suscettibile.

12. Santa Maria dello Spasimo

palermo spasimo
La storia della chiesa inizia nel 1506, quando Girolamo Basilicà donava ai padri di Monte Olievi terreni per realizzare una chiesa. Il suo nome deriva dal quadro lo “Spasimo di Sicilia”, che fu commissionato a Raffaello Sanzio per la chiesa e che oggi si trova al museo del Prado di Madrid. La chiesa non venne mai terminata e quello che vedete oggi sono i resti delle sue rovine.

13.Castello della Zisa

Situata fuori dal centro di Palermo, il palazzo della Zisa risale al 1165, sotto il regno di Gugliemo I. Realizzata come dimora estiva dei re, rappresenta uno dei più grandi connubio tra arte e architettura normanna. Al suo interno potrete visitare gli ambienti tipici della casa normanna e delle decorazioni arabe.

14.Chiesa di San Giovanni degli eremiti

Il motivo delle cupole rosse ritorna anche nella Chiesa di San Giovanni degli Eremiti, una chiesa sconsacrata risalente al periodo medievale, che rappresenta anch’essa una fusione di architettura araba e normanna. Si tratta dell’ennesima testimonianza del lascito di queste culture alla città di Palermo.

15.Mercato Ballarò

mercato palermo
Mercato tipico di Palermo, è il cuore pulsante della città, dove potrete assaggiare prodotti tipici e souvenir. Fatevi travolgere dall’atmosfera palermitana con i suoi colori, sapori e rumori.

16.Fontana Pretoria

fontana pretoria
Questa splendida fontana situata nel cuore del centro storico, è in realtà stata realizzata inizialmente a Firenze. L’opera infatti risale al 1554 e venne trasferita a Palermo solo dopo che venne messa in vendita per il senato palermitano. Venne definita anche da Giorgio Vasai una “fontana stupenda che non ha eguali a Firenze o forse in Italia”. La sua bellezza è davvero unica grazie alla presenza di statue, scalinate e balaustre.

17.Porto di Palermo e la Cala

pane e panelle

Spostiamoci verso il mare e passeggiamo lungo il suo suggestivo porto con navi da crociera e barche private a decorare il mare. Arrivate fino alla Cala, un’insenatura del porto dove potrete passeggiare e ammirare l’atmosfera del mare di Palermo. Qui sorge poi Pani câ Meusa – Porta Carbone, il luogo perfetto per mangiare il famoso pane con la milza o con le panelle (crocchette di farina di ceci). Vedere Palermo vuol dire anche mangiare i suoi gustosi piatti.

18.Orto botanico e Villa Giulia

L’orto botanico dell’università di Palermo sorge proprio di fianco a Villa Giulia. Il primo è visitabile con un biglietto di ingresso, mentre la villa è un giardino libero. Entrambi meravigliosi sono tappe da non perdere per immergersi nella natura, per gli appassionati di piante e fiori.

19. Foro Italico

foro italico
Affacciato anch’esso sul mare, il Foro Italico è un lungomare con un grande, immenso prato dove poter passeggiare. Adorabili panchine colorate vi permetteranno di fermarmi ad ammirare il mare che vi circonda.

20. Mondello

palermo da vedere

E se volete fare un bagno a Palermo il luogo ideale è Mondello, direi che è il modo per vedere al completo Palermo. Si tratta della spiaggia di Palermo. Chilometri di spiaggia sabbiosa e di mare limpido vi aspetteranno in quest’adorabile zona di Palermo. Locali e stabilimenti balneari vi permetteranno di poter anche dedicare un’intera giornata a questa zona della città.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.