Sicilia,  Sud Italia

Palermo in un giorno: cosa vedere a piedi

Palermo è il capoluogo della Sicilia e una delle città più belle d’Italia. Il suo concentrato di arte, storia e cultura è unico. Ha così tanto da offrire che io un giorno non si può visitare tutta Palermo, ma un bel giretto per scoprire abbastanza della città si può fare. Palermo offre un patrimonio cultura e artistico unico, numerose sono le chiese raffinate e barocche da perdere il fiato. Da non dimenticare poi le testimonianze arabo-normanne, a Palermo infatti c’è il sito seriale dell’UNESCO chiamato la “Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”. Il lascito di questi popoli si può trovare in chiese e palazzi antichi. Lo stile è unico ed è qualcosa di assolutamente imperdibile. Ma Palermo ha anche il mare, si può passeggiare lungo il Foro Italico e godere del panorama dello specchio d’acqua che si ha di fronte. E per ultimo ma non meno importante il cibo, Palermo è anche un’esperienza culinaria. Durante il nostro percorso di Palermo in un giorno ci fermeremo di tanto in tanto in alcuni dei posti dove fanno prodotti tipici e assolutamente da mangiare. Ricorda di seguirci su instagram, pinterest e tikto k  per rimanere aggiornato sui nostri viaggi e commentare insieme 🙂

 

Palermo in un giorno: si parte

Politeama

palermo da vedere

Iniziamo il giro dal Politeama, un teatro bellissimo che sorge al termine di Via Libertà. Si tratta di una delle strade più importanti della città. Il teatro risale all’800 e accoglie spettacoli di diverso tipo. La sua facciata ha uno stile neoclassico, caratterizzata da trionfi napoleonici e gruppi bronzei di cavalli all’ingresso. Ma non solo, il teatro è un punto di ritrovo anche per i palermitani, soprattutto per i giovani. Se passi dalla piazza troverai sicuramente qualche skater allenarsi nell’ampio spazio a disposizione. A pochi passi dal Politeama sorge una delle pasticceria storiche della città: Spinnato. Fermati lì a fare colazione con una bella brioche o una cassatina, o un bel cannolo. La scelta è sia di dolce che salato, sarà più facile vivere la giornata a piedi iniziando col cibo giusto.

Teatro Massimo e Museo Archeologico

palermo da vedere

Dal Politeama prendi via Ruggero Settimo, importante strada dello shopping molto bella. In pochi minuti si arriva allo splendido Teatro Massimo. A partire dalla sua imponente facciata si può notare quanto sia spettacolare. C’è infatti un importante colonnato e una gradinata monumentale all’ingresso del teatro. Archi, colonne, statue, sono tra i tanti elementi che decorano un’opera splendida come poche. Si tratta del più grande edificio teatrale lirico d’Italia e uno dei più grandi d’Europa. Le sale interne e le gallerie sono finemente decorate, con raffinatissime composizioni.
Il teatro può essere visitato tutto i giorni dalle 9:30 alle 17:30 al costo di 10 euro.

A pochi passi puoi visitare anche il Museo Archeologico. Il museo possiede una ricchissima collezione archeologica d’Italia, tra le più importanti, ed un importantissima testimonianza di tutta la storia siciliana.

Via Maqueda e il centro storico

palermo in un giorno

A partire dal Teatro Massimo si può dire che entriamo nel cuore del centro storico palermitano. Prendete via Maqueda e passeggia nell’atmosfera unica che solo Palermo può regalare. Qui sorgono negozi, ma anche ristoranti, caffè, locali di ogni tipo. Se ti è venuta un po’ di fame qui c’è Kepalle, arancine d’autore. Le sue arancine sono davvero spettacolari e del resto non si può stare un giorno a Palermo senza mangiarne almeno una.

Fontana Pretoria e Quattro canti

palermo in un giorno

Via Maqueda ti porterà fino alla piazza dei Quattri Canti. Qui a pochissimi passi l’una dall’altro sorgono tantissime attrazioni diverse, un concentrato di arte e cultura pazzesco. La piazza è splendida e si tratta effettivamente di uno snodo stradate. In stile barocco è caratterizzata dalla presenza di quattro fontane, tutte decorate con statue ornate a nicchia. Ogni fontana è unica e bellissima nel suo genere, in un tripudio di arte meraviglioso.

fontana pretoria

Girando l’angolo poi si arriva in una delle piazze che più amiamo di Palermo: Piazza Pretoria. All’interno della piazza sorge una fontana splendida, raffinata e ricchissima di decori. Un concentrato di statue, scalinate e balaustre che creano qualcosa di meraviglioso. La fontana è fatta di marmo di Carrara e inizialmente era destinata al palazzo di San Clemente a Firenze. Ma nel 1573 il senato palermitano acquistò la fontana. Viene conosciuta col nome di Piazza della Vergogna, il nomignolo a quanto pare farebbe riferimento alla presenza di un monastero di clausura dell’ordine domenicano. Le religiose infatti erano infastidite dalle parti intime presenti nelle statue e disposero atti vandalici al fine di sfregiarle. Ma non è l’unica fonte, alcune fonti parlano della figura della regina Giovanna d’Angiò e altre sulle azioni politiche criticate dall’opinione pubblica.

Chiesa di San Cataldo, Santa Caterina e Santa Maria dell’Ammiraglio

palermo in un giorno

Basterà riprendere via Maqueda e in un attimo ci si ritrova in una zona ricchissima di Chiese. Qui infatti su una stessa piazza si trovano la Chiesa di San Cataldo, quella di Santa Maria dell’Ammiraglio e la chiesa di Santa Caterina d’Alessandria. Sono tre chiese diverse nei loro generi e tutte assolutamente imperdibili. La chiesa di Santa Caterina è anche un monastero ed è possibile visitarla, al suo interno la chiesa in stile barocco è meravigliosa. Ma non solo è possibile visitare il museo, lo splendido chiostro e soprattutto la terrazza. Salire in cima al monastero ti permetterà di godere di Piazza Pretoria dall’alto.

santa maria dell'ammiraglio
Le Chiese di San Cataldo e di Santa Maria dell’Ammiraglio rappresentano alcune importanti testimonianze dello stile arabo-normanno presente in Sicilia. Fanno parte di sito seriale dell’UNESCO definito la “Palermo arabo-normanna e le Cattedrali di Cefalù e Monreale”, che ti avevamo già citato all’inizio.

Cattedrale di Palermo

cattedrale

Tra le attrazioni finali ma non per importanza, il complesso della Cattedrale di Palermo è da lasciare senza fiato. La facciata è molto articolata e ricca. Il suo portico è ritenuto un capolavoro dell’arte siciliana. Davanti alla cattedrale un grande piazzale ricco di statue e giardini decora l’ingresso della cattedrale. Una serie di torri neogotiche sorgono ai lati della cattedrale, rendendo la facciata ancora più spettacolare. Il duomo di Palermo è il principale luogo di culto della città. All’interno si trova un’urna che custodisce il Sacro Corpo di Santa Rosalia, patrona della città, a cui è dedicata alla Cappella Reale.
E se avete fame di fronte alla Cattedrale c’è il bar Marocco dove potrete fare un’ottimo spuntino.

Se il tuo giorno a Palermo non è ancora finito…

Palazzo dei Normanni

palermo da vedere

Anche se il giro di un giorno a Palermo è stato molto intenso e ricco, c’è un’ultima attrazione che se hai tempo dovresti assolutamente vedere. Si tratta del Palazzo dei Normanni, anche questo fa parte del patrimonio arabo-normanno. Definito Palazzo Reale di Palermo, è il principale edificio della cultura artistica della dinastia dei normanni. Al suo interno c’è la splendida e unica Cappella Palatina. Rappresenta senza ombra di dubbio uno dei massimi esempi del sincretismo cultura e artistico normanno. Al suo interno si fondono mosaici bizantini e pittura di cultura islamica. Una chicca da non perdere insomma.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.