Consigli di viaggio

Quanto costa viaggiare? Analisi dei costi passo per passo

Una delle domande più frequenti che ci vengono poste quando viaggiamo è “ma quanto hai pagato?”, “ti è costato tanto?”, “quanti soldi ci vogliono per farsi un weekend fuori?”. Insomma tutti vogliono sapere quanto costa viaggiare. O addirittura ci sono persone che dicono già “beate voi, io non posso spendere così tanti soldi”, senza avere la minima idea di quanto abbiamo effettivamente speso. La quantità dei costi per viaggiare possono variare parecchio ed oscillare in base a determinate esigenze, ma anche in base alle stagioni e ai periodi più o meno gettonati. Ci sono costi di vario genere che implementano il costo del viaggio, dell’alloggio, del cibo e di altro. Insomma i fattori sono diversi e non è facile racchiudere un viaggio in una cifra precisa ma se ci si organizza bene un’idea di quanto ti può costare un viaggio la puoi fare. Analizziamo passo passo quanto costa fare un viaggio dividendo soprattutto in base alle diverse tipologie di spese che dovrai affrontare.

Quanto costa viaggiare in 4 punti

#1 il viaggio di andata e ritorno

quanto costa viaggiare

Prima di tutto è da considerare il costo dei biglietti per andare e tornare dal viaggio, questo può essere un costo irrisorio quando il viaggio è vicino, o la spesa principale quando si parla di un viaggio molto distante. Facciamo qualche esempio. Per spostarsi in Italia grazie ai treni regionali un viaggio di un’ora può costare anche solo 10 euro, mentre per prendere un treno veloce come il Frecciarossa per andare da Milano a Napoli il costo minimo sarà in media di 50 euro e potrebbe aumentare. In questi casi è bene stare attenti alle offerte e prenotare prima per spendere il meno possibile. Usare i mezzi ovviamente porta a spendere quasi sempre di meno rispetto ad affittare l’auto, a meno che non si viaggi in gruppo in modo da poter dividere i costi del noleggio auto. Per quanto riguarda gli aerei invece i prezzi possono veramente variare tantissimo. Se beccate l’occasione e non utilizzate nulla oltre uno zainetto potrete anche viaggiare con 10 euro da Milano a Palermo, ma se cercate nei periodi di alta stagione può arrivare anche a 200 euro.

#2 l’alloggio

Seconda spesa fondamentale per il viaggio: l’alloggio. I costi in questo caso sono molto differenti a seconda delle aspettative e dei comfort che si vogliono cercare. Se alloggi in un ostello con una camerata di 10 posti letto potresti spendere anche solo 10 o 15 euro. Basta però passare ad un B&B, un affittacamere o un hotel a una o due stelle per iniziare a vedere il prezzo cambiare, si potrà dormire dai 30 ai 100 euro. La differenza in questo caso la fa anche il bagno, una stanza con bagno costa molto di più rispetto ad una che ha il bagno in comune esterno. Ovviamente qualora si abbiamo più esigenze come piscina, spa ecc i prezzi andranno sempre di più a salire. Insomma in questo caso dipende dalla voglia di adattarsi e dal budget disponibile. Se sei disposto a correre qualche rischio potresti addirittura viaggiare gratis grazie a siti come Couchsurfing, dove persone di tutto il mondo offrono posti letto gratuiti ai viaggiatori.

#3 il mangiare

quanto costa viaggiare

Terza spesa fondamentale e altrettanto impossibile da evitare è la spesa del cibo. Anche in questo caso varia a seconda delle esigenze e delle preferenze. Noi abbiamo mangiato anche con soli 3 euro mangiando street food a Palermo (21 euro di arancina, 1 euro di calzone al forno, 1 euro di bottiglietta d’acqua), per poi spenderne 30 o 40 in un ristorante ordinando due primi e un antipasto. L’opzione più economica è ovviamente lo street food, che è anche spesso cibo delizioso se caratteristico della città. Ma i locali che offrono pasti nella media spendendo 20 euro per un pranzo ci sono. L’importante è cercare e informarsi magari anche prima di partire. Bisogna stare attenti alle trappole per turisti che offrono prezzi ingannevoli o cibo scadente, più ci si informa e più mangia bene.

#4 spese varie: biglietti metro, souvenir, biglietti dei musei

Queste sono quelle spese non obbligatorie ma per calcolare quanto costa viaggiare sono però necessarie in quanto ci saranno nel 99% dei casi. A meno che non si alloggi in una piccola città ci saranno le spese per spostarsi. Un esempio possono essere i biglietti dell’autobus. Ma ci sono anche i biglietti di ingresso dei musei, qualche souvenir, o magari un auto da noleggiare. Qui dipende tutto da quello di cui abbiamo voglia e di cosa vogliamo visitare. Ci sono attrazioni gratuite ed altre a pagamenti quasi in ogni città, in quel caso si può ad esempio creare un equilibrio tra attrazioni gratuite e a pagamento.

Esempi di buget di viaggio

viaggi treno

Due giorni da Milano a Napoli
Biglietti treno/aereo: 80 euro
Pernottamento: 50 euro per due notti
Mangiare: 80 euro per due giorni
Extra: 40 euro per biglietti vari e souvenir
Totale: 250 euro a persona

Una settimana in Sicilia (esperienza fatta da noi)
Biglietto aereo/treno: 100 euro
Pernottamento: 175 euro per 7 notti
Mangiare: 40 euro per 7 giorni 280 euro totali
Extra: 100 euro per biglietti vari e souvenir
Totale: 650 euro

Due giorni da Milano a Mantova (anche questa fatta da noi)
Biglietto treno: 23 euro
Pernottamento: 30 euro una notte
Mangiare: 40 euro al giorno per 80 euro totali
Extra: 30 euro per souvenir e biglietti
Totale: 163 euro

Conclusioni

Ma quindi quando costa viaggiare? Quelli che abbiamo fatto ovviamente sono solo degli esempi di costi medi che si possono avere per viaggiare, abbiamo anche abbondato sul cibo ma solitamente si può anche risparmiare su quello come abbiamo detto. Per il resto è tutto da valutare in base alla categoria e a quanto volete voi investire sul costo. Un’idea è di iniziare con un budget e da lì capire quanto e cosa si può visitare, in modo da potersi organizzare al meglio. Speriamo che questi suggerimenti ti abbiamo un po’ aiutato a fare chiarezza sui costi dei viaggi, per qualsiasi suggerimento o altro faccelo sapere nei commenti 🙂

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.