Centro Italia,  Lazio,  Roma

Roma: 3 vedute dall’alto per godere della città al meglio

Roma è una delle città più belle al mondo, su questo per noi non c’è dubbio, ed è per questo che cogliere la sua bellezza da dei punti panoramici crediamo sia uno dei modi più belli per godere di una città così affascinante. La capitale è una metropoli tutta da scoprire, ricca di storia, arte e cultura. Roma è unica al mondo, ti consigliamo di visitarla e riuscire ad almeno andare su uno di questi punti panoramici e non te ne pentirai. Scopriremo insieme tre vedute dall’alto da diversi punti di Roma, ogni veduta regala una visuale differente e magica allo stesso tempo. Ricorda di seguirci su instagram, pinterest e tiktok  per rimanere aggiornato sui nostri viaggi e commentare insieme 🙂

Roma dall’alto: punti panoramici

Giardino degli aranci

Piazza Pietro d’Illiria
Fermata metropolitana: Circo Massimo

roma dall'alto

Io sono innamorata persa di questo luogo, si tratta di un giardino da cui si può accedere tramite diversi ingressi, il principale si trova a Piazza Pietri d’Illiria. Il suo fascino è unico, la bellezza del parco si unisce al panorama di Roma che lo circonda in un connubio perfetto. Uno dei luoghi più belli di Roma a mio avviso. Situato in cima al colle Aventino, il suo vero nome è Parco Savello. Venne infatti eretto dalla famiglia Savelli tra il 1285 e il 1287, su quello che era un castello preesistente.

Quello che vediamo oggi però è stato realizzato nel 1932 ad opera di Raffaele De Voci. Prima della ristrutturazione il giardino era l’orto dei frati Domenicani. La realizzazione del nuovo parco avvenne in seguito ad una nuova definizione urbanistica dell’Aventino. Lo scopo era dare libero accesso alla vista da quel versante del colle, regalando un nuovo belvedere. Il parco è diviso in due tramite un viale che è stato dedicato a Nino Manfredi. All’ingresso c’è anche una fontana caratterizzata da una vasca termale romana ed un mascherone marmoreo. Si possono ammirare ovviamente gli splendidi aranci anche se non si possono raccogliere, quindi limitati a godere del loro profumo e bellezza.

roma dall'alto

Situato in pieno centro, è a pochi passi dal Circo Massimo. Per arrivarci si passa anche dal Roseto, se è aperto potrai sfruttare l’occasione per visitarlo. Un’altra chicca è il Buco di Roma, ti basterà uscire dal giardino e continuare a salire per pochi minuti, potrai ammirare Roma e la sua cupola di San Pietro attraverso un “buco” situato in una porta, si trova in Piazza dei Cavalieri di Malta.

Terrazza del Pincio

Salita del Pincio
Fermata metropolitana: Flaminio

roma dall'alto

Situata nel cuore di Roma, la Terrazza del Pincio sorge tra Piazza del Popolo e Villa Borghese. Da questa terrazza panoramica sarà possibile ammirare Piazza del Popolo dall’alto e tutto ciò che la circonda, fino ad arrivare alla Cupola di San Pietro e Castel Sant’Angelo. Siamo sulla sommità del Colle del Pincio e la si può raggiungere passeggiando nel parco che offre tantissime attrazioni differenti. Prima di tutto imperdibile la Villa Borghese, da visitare per l’arte splendida che racchiudere. All’interno dell’area verde sorgono poi diversi giardini, tempietti e musei.

La terrazza può essere lo spunto ideale per chiudere una mattinata dedicata alla Villa Borghese e godere della bellezza di Roma da ogni punto di vista. La sua costruzione risale al 1826 ad opera di Giuseppe Valadier, che si è occupato anche di Piazza del Popolo. La terrazza si può raggiungere anche partendo da Piazza del Popolo attraverso una scalinata che ti porterà fino al piazzale centrale dei giardini.

Belvedere del Gianicolo

roma dall'alto

Il Gianicolo è un colle romano situato sulla riva destra del Tevere, la sua altezza massima è di 88 metri e non rientra nel sette colli tradizionali di Roma. Qui si trova la Passeggiata del Gianicolo, da cui si gode una visuale della città davvero suggestiva. Siamo in una grande area verde dove sorgono diverse attrazioni interessanti. Al di là della splendida visuale dall’alto di Roma, potrete ammirare l’orto botanico, la Fontana dell’Acqua Paola o il faro del Gianicolo. Particolarità del belvedere è la presenza di busti marmorei di illustri garibaldini che vi accompagneranno durante il sentieri fino ad arrivare alla veduta. I busti sono ben 84 e sono personaggi che vanno dai Mille ai combattenti che avevano resistito alle truppe francesi. I busti accompagnano le due importanti statue equestri di Anita Garibaldi e Giuseppe Garibaldi, posti nei punti più alti del monte.

Molto interessante è anche la presenza del Muro della Costituzione Romana, dove si possono ammirare incide circa 10.000 lettere che compongono il testo della Costituzione della Repubblica Romana del 1849.

Inoltre alle ore 12 ogni giorno c’è lo sparo del cannone, posto proprio sul belvedere. Si tratta di una tradizione istituita da papa Paolo IX per far suonare all’unisono le campane delle chiese di Roma.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.