salerno itinerario
Alla scoperta,  Campania,  Salerno,  Sud Italia

Salerno itinerario di un giorno: 5 cose da vedere a piedi

Quello che vi proponiamo in questo articolo è un itinerario di Salerno perfetto per visitare la città in un giorno soltanto a piedi e senza stress. Può essere inserito come unico viaggio, ad esempio un weekend in centro città o parte di un viaggio più lungo che può comprendere tutta la provincia di Salerno. Faremo un percorso nel centro cittadino fermandoci in tutti i punti principali e seguendo un percorso lineare e super semplice. Quello che vi offro è una passeggiata lineare, con poche tappe ma fondamentali per conoscere il centro di Salerno a piedi. Percorreremo due strade parallele, basterà andare sempre dritto, a parte due semplici traverse che sono sicura non avrete problemi a trovare.

Ecco questo è il sunto del mio itinerario di Salerno basato su 5 tappe.
Certo non vi farà conoscere la città come uno del posto, ma vi assicuro che  luoghi scelti sono tutti frequentatissimi dai salernitani. Perché lo dico?

Perché io sono originaria di Salerno, la città mi ha ospitata fino all’età di 24 anni, la camminata sul Lungomare, il giro tra i Mercanti, la sosta alla Villa comunale, erano un must tra noi ragazzi. Vi parlerò di posti che ho vissuto in prima persona e che ho adorato. Ho perso il conto delle volte in cui ho camminato per quelle strade che ormai potrei ripercorrere ad occhi chiusi. Nonostante il tempo passato lontano Salerno continua a non stancarmi, quando ritorno nel mio paese di origine uso sempre del tempo per fare un giro e quando non ne ho troppo queste sono le tappe che faccio. Percorriamo insieme l’itinerario di Salerno, vi occuperà non più di mezza giornata.

Salerno: come arrivarci

In treno

Il metodo più comodo secondo me per visitare Salerno è arrivarci in treno. La stazione di Salerno è il principale scalo ferroviario della città e si affaccia in pieno centro. Dalla stazione infatti parte il Corso Garibaldi ed è anche a pochi minuti dal Lungomare. A Salerno arrivano treni regionali, intercity e frecce, insomma è ben collegata con il resto dell’Italia.

In auto

Le strade principali sono la A30 Caserta-Roma e la A3 Salerno-Reggio Calabria, l’uscita è Salerno/Fratte. Da lì però dovrete scendere per raggiungere il centro e il lungomare, l’uscita infatti si trova in un punto alto della città. Ci sono diversi parcheggi, il più famoso è sicuramente quello a Piazza della Concordia, una zona di sosta che si trova sul lungomare. Se vi fermate lì è un punto perfetto per camminare poi comodamente a piedi.

In aereo

L’aeroporto più vicino è quello di Napoli Capodichino, da lì potete arrivare a Salerno in treno, autobus o affittando una macchina. Dall’aeroporto c’è l’Alibus, un servizio navetta che vi porterà alla stazione centrale di Napoli da cui potete potrete raggiungere Salerno.

In autobus

La città di Salerno è coperta dalla linea di autobus Sitasud , che percorrono la Campania, Puglia e Calabria. Sul sito dedicato troverete tutti gli orari e i percorsi. In tutta onestà però non ho avuto belle esperienze con gli autobus quando vivevo a Salerno. Usavo la Sita per andare all’università e spesso le linee saltavano o facevano ritardi molto consistenti, senza citare le tantissime corse cancellate. Quindi nel caso, preparativi a rischiare di passare parecchio tempo alla fermata!

Un’altra linea che mi è capitato di utilizzare per raggiungere Milano e Roma da Salerno è la Leonetti, devo dire che mi sono trovata bene. Vi lascio il link con le fermate che fanno le tratte principali: LeonettiRoma.it.
Questa linea in centro fa fermate come Parco Pinocchio oppure Bar Mary, entrambe si trovano nella parte alta della città, vi toccherà fare un po’ di discesa a piedi per raggiungere il corso.

Salerno itinerario

1. Corso Garibaldi e Via Mercanti

Come anticipato già nella parte Come Arrivarci, l’itinerario parte dal Corso Garibaldi. Si tratta del corso principale della città che parte dalla Stazione Centrale e arriva fino a Piazza Portanova, da cui poi inizia Via Mercanti. Il corso è molto largo, ricco di negozi e locali ed è perfetto per fare una passeggiata, soprattutto in primavera/estate. Ai lati del corso potrete già scorgere il mare, ma quello lo percorreremo al ritorno.

Ho unito queste  due strade perché sono una via da percorrere, infatti andando sempre dritto vi troverete catapultati in automatico su Via Mercanti. Via Mercanti invece segna l’inizio della parte più storica della città. Si tratta di una delle strade più antiche e importanti sin dal Medioevo. Vi accorgerete di essere arrivati quando passerete dalla larghezza del corso ad una piazza chiamata Piazza Portanova e da lì la strada si fa molto più piccola, dall’aria antica e piena di piccole traverse caratteristiche. Quello che vi consiglio è di passeggiare anche tra i vicoli per sentire al meglio l’atmosfera che trasmette questa parte della città.

Negli ultimi anni questa zona inoltre è stata decorata dall’aggiunta di lavori di street art dedicata al poeta salernitano Alfonso Gatto, camminando per i vicoli vi sarà facile scorgere sue citazioni dipinte suoi muri. Al riguardo ho dedicato un articolo, nel caso volessi approfondire questo argomento.

salerno itinerario

salerno itinerario

2. Duomo

La Cattedrale di Santa Maria degli Angeli, San Matteo e San Gregorio Magno, ovvero il Duomo, sorge nel cuore del centro storico. La chiesa risale al periodo tra il 1080 e il 1085 e venne consacrata da Papa Gregorio VII. Lo stile è romanico e ha subito diverse modifiche. Molto bello è il campanile e il quadriportico che vi accoglie all’ingresso. Si tratta del principale luogo di culto di Salerno ed è una tappa importante, per me da non perdere. All’interno troverete la cripta di San Matteo, interamente in stile barocca, è veramente bellissima.
Per raggiungere il Duomo da via Mercanti vi basterà imboccare via Duomo (lo so, molto originale) e in pochi minuti sarete arrivati.
Da visitare assolutamente all’interno del duomo è la Cripta di San Matteo, in pieno stile barocco è interamente affrescata e decorata, assolutamente bellissima.

Orari: dal lunedì al sabato: dalle ore 8.30 alle ore 20.00
domenica e festivi: dalle ore 8.30 alle ore 13 – dalle 16.00 alle ore 20.00
Prezzo: gratuito

 

salerno itinerario

3. Giardino della Minerva

Più che un giardino è un orto botanico situato anch’esso nel cuore del centro storico. Si tratta di uno di quei posti che ti lasciano sempre qualcosa, almeno per me è stato così. Piccolo, tranquillo, immerso nella natura, si tratta di uno dei miei posti preferiti in città. Quando ho voglia di staccare da tutto e godermi un posto quasi magico vengo qui. Situato in posizione più alta rispetto al livello del mare, riuscirete anche a scorgere Salerno dall’alto.

Il giardino nasce nel 1300 ad opera de medico Matteo Silvatico, della Scuola Medica Salernitana, una delle scuole mediche più importanti del Medioevo in Europa. Allora veniva definito Giardino Dei Semplici, poiché venivano coltivate erbe medicinali per essere studiate. Ad oggi rappresenta un punto importante della città ed è tra le attrazioni turistiche più interessanti.

Orari: Dal martedì alla domenica dalle 9 e 30 alle 20, lunedì chiuso
Prezzo: 3 euro

 

salerno itinerario

4. Villa comunale

Una volta percorso tutta la parte storica è il momento di scendere verso il mare, scegliete una traversa e scendete verso sinistra. Vi troverete su un’altra grande strada chiama Via Roma, questo è il cuore della movida salernitana, ricca di locali di ogni tipo, nel weekend la gente riempie la strada fino a tarda ora. Da qui affaccia la Villa Comunale. Si tratta del giardino della città, famosa soprattutto per accogliere da Novembre a Febbraio le famose Luci d’Artista.
La villa però è bella da visitare tutto l’anno, ricca di verde e ben tenuta, è perfetta per una sosta o per una breve passeggiata per raggiungere poi il lungomare. La Villa infatti si trova in una posizione strategica tra la città e il mare. La Villa offre anche eventi, come ad esempio la mostra della Minerva. L’ingresso è libero ed è aperta fino a mezzanotte.

Villa comunale salerno

5. Lungomare

Ed eccoci arrivato all’ultimo punto ma non meno importante, il lungomare è un classico per una città portuale ed anche una tappa imperdibile per chi ama il mare. Si tratta di un percorso di diversi chilometri dove sorgono alberi e panchine. Una passeggiata per affiancare il mare, soprattutto nel periodo estivo, è l’ideale per chiudere in bellezza il giro della città.

Se venite d’estate o anche primavera e volete qualcosa di sfizioso, sulla lungomare sorge una delle gelaterie storiche della città: il bar Nettuno. Per i salernitani è un must e non posso mai dimenticare le tante brioches col gelato mangiate quando ero adolescente e ci andavo con le amiche. Anche adesso se mi capita di tornare in città non manca mai di passarci.

Lungomare

Conclusioni

Abbiamo visto quindi in pochi passaggi come vedere i punti a mio avviso più importanti della città. Vi ho fatto scoprire quelle che sono le tappe che io considero più importante e che ho vissuto maggiormente. Il corso, via mercanti, la lungomare, sono luoghi amati dai salernitani stessi.
E voi, ci siete mai stati? Vi piace questo itinerario di Salerno? Avete qualche posto che vi piace e che avreste preferito ad uno di questi punti? Fatemelo sapere nei commenti.

Vi lascio con una Sabrina che si fa fotografare nel giardino della Minerva!

giardino della minerva

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.