parchi a salerno
Campania,  Salerno,  Sud Italia

Tre parchi a Salerno da non perdere

I parchi per me sono un must da visitare per ogni città che visito. Sono una grande amante della natura e adoro sedermi su una panchina, all’ombra di un albero e godermi la tranquillità che solo un parco ti può dare. Il verde, i fiori, gli uccelli, il tutto rende questi posti per me quasi magici. Hanno il potere di rilassarmi e farmi sentire rinata.
Ok, direi che va bene così con la mia passione, avete capito insomma che mi piacciono parecchio.
Quelli di cui vi parlo oggi sono i parchi della città di Salerno.

Alt però, non parlo della provincia ma soltanto del comune di Salerno. Faccio questa distinzione perché la provincia di Salerno ospita tantissime bellezze naturali  ma sono zone molto dislocate tra loro, possono distare anche ore e ore di macchina, con aggiunta di traghetto se scegliamo la costiera. Motivo per cui questo articolo tratterà solo del centro.
Quelli di questo articolo si possono raggiungere con l’autobus dalla stazione centrale, e in realtà anche a piedi se si ha voglia di camminare. Passeremo dal quartiere residenziale di Mercatello, fino ad affiancare il fiume Irno. Questi sono per me i parchi a Salerno più importanti, più visitati dai cittadini e quelli che rendono al meglio omaggio alla città.

Sono tre in tutto e li conosco tutti bene, ci andavo sempre da piccola e ancora oggi quando ritorno nella mia città natale mi piace andare a fare un giro al parco con i miei genitori 🙂

Vediamo insieme quindi tre parchi a Salerno che vi consiglio di visitare.

Parco del Mercatello

Orari: 08-00
Prezzo: gratuito
Come raggiungerlo: autobus 8, 6, 5, 11, 12, 17 fermata Lungomare Colombo Mercatello; Stazione di Mercatello

Il parco si chiama così dal nome del quartiere in cui sorge, Mercatello per l’appunto. Anche se data l’estensione riesce a congiungersi con altri due quartieri, il Quartiere Europa e Mariconda. Non si trova in centro città, ma più in una zona residenziale ma si può raggiungere con gli autobus e con il treno. Si tratta di un parco di recente costruzione, risale infatti al 1998 e si estende per 10 ettari. Una caratteristica è quello di essere suddiviso per zone. Il parco è suddiviso infatti in quattro settori: area naturalistica, area del giardino mediterraneo, area del frutteto e aria del prato.

Un piccolo fiumiciattolo scorre in mezzo al parco, nell’area naturalistica, che sfocia poi in un laghetto artificiale.
Una delle zone che preferisco è quella dei lunghi porticati su cui sorgono le piante rampicanti, nella zona del frutteto. Sono l’ideale per fare una passeggiata all’ombra delle piante che li ricoprono.

parchi a salerno
Particolarità del parco è che dispone di una serra ricca di cactacee e succulenti della famiglia Acquaviva. La serra viene tenuta con molta cura e passione, intorno ad essa sorgono anche dei cespugli caratterizzati da piante dello stesso tipo ed è davvero bella da visitare. Si tratta di un punto riferimento per appassionati della botanica.

La posizione in una zona meno centrale della città lo rende particolarmente tranquillo, unita alla cura con cui viene tenuto si aggiudica il podio del mio parco preferito di Salerno.
Il comune di Salerno dichiara inoltre che ci sia il wifi gratuito, io non l’ho testate, nel caso ci proviate fatemi sapere come va. Il parco è inoltre dotato di un bar e accoglie diversi eventi durante tutto l’anno.

parchi a salerno

Parco Pinocchio

Orari: 8 – 23
Prezzo: gratuito
Come arrivarci: autobus 8, 10, 11, 21, 25, 28, 34

Spostandoci in una zona completamente diversa della città, torniamo in centro e andiamo nella parte alta di Salerno, nella zona di Via Irno, ai lati del fiume omonimo alla strada, qui sorgono gli altri due parchi di cui vi parlerò.
Il nome del parco sarebbe “Terme Campione” per via di uno stabilimento termale che sorgeva in zona ma è conosciuto da tutti come Parco Pinocchio. Nei miei 24 anni di vita a Salerno non l’ho mai sentito chiamare in nome diverso, il motivo è molto semplice: all’interno del parco c’è una statua di Pinocchio. Del parco mi è piaciuto molto l’ingresso con un pergolato e delle piante di glicine ad accogliere, andandoci solitamente d’estate sono sempre in fiore e profumatissime.

parco pinocchio
Si tratta di un’area verde abbastanza estesa, di circa 40.000 m2, molto curata, ha panchine e una zona di giochi per bambini. Il parco è molto semplice ma tenuto bene. Nel cuore del parco c’è un anfiteatro, dove è facile vedere ragazzi che si allenano tutti i giorni, ma è utilizzato anche per ospitare manifestazioni ed eventi. Durante i periodi di Natale e Pasqua ci sono sempre delle iniziative, ad esempio la pista di pattinaggio nel periodo invernale, io ci andavo spesso. Il parco è curato da SalernoSolidale.

parco pinocchio

Parco dell’Irno

Orari: 8 – 23
Prezzo: gratis
Come arrivarci: vedi Parco Pinocchio

A soli 5 minuti a piedi dal parco Pinocchio sorge un’altra bellissima area verde. Si tratta del Parco dell’Irno, per raggiungerlo vi basterà seguire la strada principale e andare sempre dritto. Lievemente più piccolo rispetto al Parco Pinocchio (la sua estensione è infatti 35.000 m²) il suo stile diverso e unico lo rende una tappa imperdibile per gli amanti della natura.

Il parco nasce su un’area che prima era occupata da una fabbrica di laterizi. I vecchi edifici non sono stati però totalmente distrutti, troverete infatti ancora il vecchio mulino e il forno, che si possono definire archeologia industriale. L’edificio del mulino in particolare è stato recuperato interamente e viene utilizzato per mostre, eventi e manifestazioni. Il forno invece ospita un museo e un punto di ristoro.
All’ingresso del parco comunque troverete anche un bar molto carino.

parco dell'irno

La parte interessante di questo parco è la divisione del giardino in 7 aree tematiche. Una volta entrati ci sarà un percorso da fare e ai lati potrete scorgere dei veri e proprio blocchi di giardini, suddivisi a seconda delle loro caratteristiche.
Il primo è il giardino dei centenari, a seguire il giardino delle piante medicinali, il giardino delle rose, il giardino dei frutti, il giardino delle piante aromatiche del mediterraneo, giardino all’italiana, il giardino degli agrumi.
Ogni giardino è caratterizzato da uno stile diverso caratterizzato dalle piante che ospitano, sono tutti suggestivi e da visitare, ognuno riesce ad essere bello a modo suo. Ogni giardino è dotato di panchine, per rilassarsi e calarsi in un ambiente tutto naturale.

parchi a salerno

Conclusioni

Bene, questo giro tra la natura salernitana è terminata. Spero che vi sia piaciuto e che abbiate visitato o abbiate intenzione di visitare questi parchi a Salerno prima o poi, penso che valgano la pena.
E voi, conoscete qualche altro parco che trovate altrettanto bello a Salerno? Fatemelo sapere nei commenti, mi raccomando.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.