venezia
Alla scoperta,  Nord Italia,  Veneto,  Venezia

Venezia a piedi: itinerario di un giorno in 5 tappe

Venezia è una delle città più belle che abbia mai visitato. E io ne ho viste di città, ma per quanto ne avessi sentito parlare bene è solo quando l’ho visitata che ho potuto apprezzare a pieno la sua unicità. Perché Venezia è davvero una città unica, la posizione nella laguna, i mille vicoli in cui ci si perde, i canali che vi troverete ad ogni angolo; tutto ciò la rende speciale.
Girare Venezia a piedi non è faticoso, ma come ho detto potrebbe esserci il rischio di perdersi tra qualche vicoletto, a noi Google Maps non funzionava neanche, ci siamo affidate all’ottimo senso dell’orientamento di Sabrina 😛
Venezia è il capoluogo del Veneto e tra le città italiane più importanti al modo, la sua fama la precede, le sue bellezze architettoniche e artistiche riescono ad aggiungersi alla bellezza naturale della città.

I palazzi rinascimentali e barocchi che si affacciano sui canali sembrano farti immergere in un’altra realtà. Luoghi importanti sono il Canal Grande, il Ponte di Rialto, la bellissima Piazza San Marco con la sua basilica, il Ponte dei sospiri e tanto altro.

Non esagero dicendo che considero Venezia una delle città più belle al mondo. A causa della sua bellezza unica è la terza città più visitata d’Italia dopo Roma e Milano.  Avevo grandi aspettative prima di partire e sono state soltanto confermate. In più non credo che esista una città più perfetta da essere fotografata di Venezia, ogni angolo regala scorci incredibili. Credo di avere almeno 100 foto di canali diversi, era impossibile resistere.

informazioni su Venezia

Regione: Veneto
Aeroporti: Venezia-Tessèra è il principale, collegamenti per il centro con vaporetto o bus 5.
Stazioni:
· Venezia Santa Lucia, si trova nel centro storico, da qui si può girare a piedi
· Venezia Mestre, fuori dal centro storico ci sono treni per raggiungere Santa Lucia, o il vaporetto
Macchina: autostrada (A4, A13), ma bisogna fermarsi prima di arrivare in centro poiché non è consentito l’accesso ai mezzi
Mezzi: trasporto acque ACTV, autobus nelle zone consentite (non il centro storico) prezzo 1,5o euro
Periodo ideale per visitarla: primavera, non c’è l’afa estiva ma neanche le precipitazioni o il freddo invernale
Tempo per visitarla: uno/due giorni, se si voglio visitare anche Burano e Murano

Venezia a piedi: cosa vedere

1.Canal Grande e Ponte degli Scalzi

venezia a piedi

Il viaggio parte dalla Stazione di Venezia Santa Lucia. Qui una volta usciti ci si ritrova affacciati sul Canal Grande. Con la sua lunghezza di 3800 chilometri è il canale più grande della città. Basta dare una prima occhiata per notare lo stile dei palazzi costruiti nel periodo del XII e XVIII secolo. Il canale attraversa tutto il centro storico e il primo punto che vediamo è la Chiesa di San Simeon Piccolo. Chiamata con l’aggettivo “piccolo” per distinguersi dalla Chiesa di San Simeon Grande. I nomi differenti derivano dalla diversa grandezza delle chiese, nel Settecento però la chiesa più piccola venne modificata e assunse dimensioni maggiori.

Questo primo sguardo basta a farci già innamorare della città.

Vicinissima alla stazione c’è il Ponte degli Scalzi. Il ponte è uno dei più famosi della città e sovrasta il canale. Il nome deriva dalla Chiesa di Santa Maria degli Scalzi che si trova lì vicino, ma è anche chiamato ponte della stazione proprio per la vicinanza all’edificio. Venne costruito infatti nel 1858 per migliorare l’accesso alla stazione ferroviaria.

2.Ponte di Rialto

venezia a piedi

Ecco che comincia la parte accennata nell’introduzione: i vicoli. Una serie di cunicoli stretti, labirintici, che ti fanno entrare a pieno nel cuore della città. Potrebbe essere difficile orientarsi e per questo noi siamo sempre state attente a seguire le indicazioni. Per chi è abituato alle grandi città potrebbe trovarsi in qualcosa di totalmente diverso, ma è anche questo il bello del viaggio, scoprire sempre cose diverse.

Sulla via delle indicazioni arriviamo fino alla Basilica dei Frari, in stile gotico veneziano, fatta con cotto e pietra, è la chiesa più grande della città. A meno che non vi siate persi per strada, sono quindici minuti di cammino fino ad ora. Da qui a poco si arriva al Ponte di Rialto, una delle attrazioni più famose da visitare della città. Il ponte è molto più grande rispetto agli altri e ospita anche negozietti di souvenir ed è davvero bello passeggiarci sopra.

Una volta era realizzato solo da barche. Solo nella metà del XII secolo venne costruito un ponte vero e proprio. Il “Ponte della moneta”, così chiamato allora, per la sua posizione vicino alla zecca. Fu con l’aumento del mercato di Rialto che il nome venne modificato. Tra i ponti più antichi e famosi della città, offre viste spettacolari sia dall’alto che dal basso. La voglia di farsi una foto sul ponte con lo sfondo del canale sarà normalissima, ma attenti che dovrete lottare con parecchi turisti per avere un po’ di spazio.
Vista la quantità di negozietti molto caratteristici è la zona ideale per dei souvenir.

3.Fondaco dei tedeschi

fondaco dei tedeschi

Parlando di foto, ecco che arriviamo in uno dei posti più belli per fare una foto panoramica di Venezia dall’alto.
A pochi passi dal ponte si trova un palazzo chiamato Fondaco dei Tedeschi. Il suo nome deriva dalla sua antica funzione di punto di approdo delle merci tedesche.  Venne fondato nel XIII secolo per il commercio dell’allora Repubblica di Venezia. Il palazzo fu soppresso nel 1797 a causa della caduta della Repubblica. Rimasto in mano alle Poste Italiane fino al 2008, quando venne acquistato da Benetton per rifarlo e realizzare un centro commerciale inaugurato nel 2016.  La terrazza è la parte migliore del palazzo, è da lì che potrete fare delle foto spettacolari.

Per accedervi bisogna prenotare un orario. Sul sito dedicato troverete gli orari disponibili. Potete prenotarla online prima di partire oppure usando gli schermi che ci sono all’ingresso della terrazza, ci vogliono cinque minuti e l’attesa non è mai molta. Noi avevamo uno spacco di venti minuti prima dell’entrata, che abbiamo passato girando tra qualche negozietto.

4.Piazza San Marco

piazza san marco

A questo punto per noi è ora di pranzo e facciamo una piccola sosta. Ed eccoci qui, pronte a riprendere il nostro giro a piedi di Venezia, in dieci minuti di cammino siamo a Piazza San Marco. La piazza è spettacolare. Questo è stato il mio primo pensiero. La bellezza di Venezia esplode in qualche modo, è come avvertire tutta la sua bellezza d’un botto. La piazza è famosissima in tutto e il mondo e una volta vista ne capisco anche il motivo.
Nella Piazza vi sono la Basilica di San Marco, risalente al XIII secolo è ricca di mosaici e bassorilievi. Di fianco sorgono il Campanile, il Palazzo ducale e la Torre dell’orologio che formano il principale complesso architettonico della città. La Torre dell’Orologio è stata ultimata nel 1499 e rappresenta l’ingresso via terra per la piazza, passando tramite un sottoportico.

La piazza si affaccia sul bacino di San Marco, da cui si può ammirare la Chiesa di San Giorgio Maggiore, che dà il nome alla piccola isola su cui si trova. Inoltre si vede la Basilica di Santa Maria della Salute. Entrambe bellissime ma che noi abbiamo visto solo a distanza a causa della mancanza di tempo.

Unica pecca: i venditori ambulanti piazzati davanti alla basilica, rovinano tutta l’estetica. Capisco che debbano lavorare ma sarebbe stato più comodo che avessero scelto un’altra postazione, è impossibile fotografare la basilica senza questi intrusi.

5.Ponte dei sospiri

ponte dei sospiri

Proseguendo ai lati della piazza, sul lato del bacino, si arriva al Ponte della Paglia, da cui si può vedere e fotografare al meglio il Ponte dei Sospiri, in stile barocco, è uno dei ponti più belli della città. Il ponte fu realizzato intorno al XVII secolo dall’architetto Antonio Contin. Questo ponte passa sul rio di Palazzo e collega il Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove. Il ponte serviva infatti per portare i reclusi dalle prigioni agli uffici degli Inquisitori di Stato. Si dice che il nome gli venne attribuito perché i prigionieri sospirassero al passare sul ponte, dando un ultimo sguardo al mondo esterno.

Extra.Libreria Acqua Alta

libreria acqua alta

Da qui in dieci minuti siamo andate in una tappa perfetta per gli amanti della lettura, la Libreria Acqua Alta. Famosa per il suo stile unico, ha infatti, una scala realizzata tutta da libri e le pareti che portano ad un cortiletto esterne ricoperte di libri. Il tutto fa un effetto davvero spettacolare da vedere.I libri poi sono posti all’interno di vere barche ed è il posto ideale per potarsi a casa un bel souvenir di cultura.

Conclusioni

Questo giro a piedi di Venezia si conclude così. In una giornata e con tanto cammino abbiamo attraversato il cuore della città, visitando quelle che sono le tappe principali. Ovviamente un giorno non basta per visitarla a pieno, ma è sufficiente per innamorarsene, in attesa di poter ritornare al più presto 🙂
E voi, ci siete mai stati? C’è qualche attrazione che avreste aggiunto? Fatemelo sapere nei commenti.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.