viaggi treno
Alla scoperta,  Consigli di viaggio

5 consigli per vivere al meglio i viaggi in treno

Il treno è uno dei tanti mezzi con cui si può viaggiare, è un po’ quello considerato più romantico tra tutti, con i suoi pro e i suoi contro. Noi siamo grandi amanti dei viaggi in treno e lo abbiamo davvero sfruttato tantissimo come mezzo per i nostri viaggi in Italia e non solo. I viaggi in treno possono essere un’esperienza unica e regalarti degli splendidi ricordi, ma possono anche darti qualche difficoltà se non sei abituato ad usarlo. Ecco perché grazie alla nostra esperienza di anni e anni di viaggi in treno vogliamo suggerirti alcuni consigli che vengono direttamente dal nostro personale vissuto.  Per altri consigli di viaggio ti ricordi che c’è la nostra sezione dedicata. Ricorda di seguirci su instagram, pinterest e tiktok  per rimanere aggiornato sui nostri viaggi e commentare insieme 🙂

Prima di partire: cosa bisogna sapere

viaggi treno

Come abbiamo già anticipato prendere il treno può avere i suoi pro e i suoi contro, come tutti i mezzi che si possono utilizzare per viaggiare. Prima di iniziare con i suggerimenti è bene chiarire quali siano le caratteristiche principali di questo tipo di viaggio in modo che, qualora tu non abbia mai preso un treno (o almeno mai uno di lunga percorrenza) tu sia preparato.

Tra le qualità del treno c’è prima di tutto la semplicità di utilizzo, le stazioni dei treni sono relativamente lineari, molto di più rispetto agli aeroporti che comportano controlli, check in, deposito bagagli e altro. Per prendere un treno non c’è bisogno di tanta preparazione. Basta presentarsi in stazione all’orario giusto e leggere il tabellone per sapere su quale binario dovrete andare.

Di contro c’è che rispetto all’aereo il treno è molto più lento. Ci sono alcune città che non possono proprio essere raggiunte in treno a meno che non si voglia arrivare a fare anche venti ore di viaggio (un esempio per fare Milano – Palermo). Sarà più veloce dell’auto ma è meno flessibile, dovrete stare a degli orari prestabiliti e ahimè sopportare i ritardi. Soprattutto in Italia questo problema si verifica fin troppo spesso (ma anche di questo ne parleremo in un punto a parte).

 

Viaggi in treno: i 5 consigli

1. Con i treni non esiste il last minute, prima compri e prima risparmi

Questo primo punto penso sia davvero cruciale per iniziare ad utilizzare i treni. Escludendo le percorrenze regionali che solitamente hanno sempre lo stesso prezzo, solitamente i prezzi dei biglietti dei treni possono oscillare e anche di parecchio. Durante un periodo di alta stagione mi è capitato di vedere i prezzi dei biglietti cambiare anche nel tempo di dieci minuti (da 46 ho dovuto pagare 52 per lo stesso identico biglietto). Quando si tratta di biglietti dei treni non esiste il last minute. Più andrai vicino alla data richiesta e maggiore sarà alto il prezzo del biglietto. Nei periodi ad esempio natalizi i prezzi negli utili giorni possono arrivare ad essere quasi triplicati rispetto al normale. Non è giusto ma purtroppo ci è capitato fin troppe volte, motivo per cui prima ci si organizza e meglio è.

 

2. Porta sempre con te una coperta o vestiti a strati

Questo consiglio è uno che varia a seconda delle stagioni. L’aria condizionata nei treni tende a mutare in base alle temperature fuori. Spesso ci si ritrova a salire su un treno in pantaloncini in pieno Agosto per poi ritrovarsi a congelare per l’aria troppo fredda. Questo riguarda soprattutto viaggi di almeno qualche ora dove lo sbalzo termico non è l’ideale. D’estate conviene portarci una giacchetta o una piccola coperta per stare tranquilli. D’inverno invece è bene vestirsi a strati per non morire di caldo. Ti sembrerà esagerato ma vi dico solo che un viaggio d’estate l’ho passato arrotolata in due asciugamano per non morire dal freddo!

viaggi treno

3. Fai attenzione ai cambi e ai ritardi

I viaggi migliori sono sono quelli diretti ma ahimè ogni tanto capita di dover fare dei cambi per poter raggiungere la propria meta. L’unico problema dei cambi, soprattutto nei viaggi in Italia, sono i ritardi. Quando prendete un biglietto con dei cambi fai attenzione che ci sia abbastanza tempo tra un treno e l’altro in modo da poter avere il tempo di raggiungerlo anche qualora il treno su cui sei arriva in ritardo. Ovviamente qualora non riesci a farcela nonostante il cambio si potranno valutare le alternative in stazione, ma è molto meglio arrivare preparati e non ritrovarsi ad aspettare magari delle ore per un cambio di programma. Una volta per fare un cambio a Roma abbiamo perso il treno e abbiamo dovuto passare ore sui tavolini di un bar chiuso perché il treno sarebbe arrivato oltre mezzanotte e non c’era nulla di aperto. Eravamo di ritorno da un viaggio in Giappone, il sonno era tale che abbiamo rischiato il coma su quelle sedie!

4. Porta con te tutto il necessario

I viaggi in treno possono essere lunghi e spesso non ci sono gli stessi comfort di un aereo. Alcuni treni hanno il vagone ristorante, distributori di snack e le prese per caricare il cellulare. Il problema è che questo non succede in tutti i treni. Diciamo che spesso è un vero e proprio terno al lotto, potrebbe capitarti come no. Gli unici in cui si ha la certezza di avere tutti i comfort sono quelli ad alta velocità, ma anche in quel caso è bene essere attrezzati per le emergenze. Dal treno non potete scendere per fare una sosta motivo per cui portatevi tutto quello che vi è più utile.
Alcuni esempi pratici: acqua, snack, caricabatterie portatile, fazzoletti, disinfettante per le mani e simili. Porta magari anche un libro, un tablet o un quaderno dove scrivere per poter passare il tempo.

viaggi treno

5. Attento alla tua fermata, mettiti una sveglia

Può sembrare banale eppure è un errore che può creare parecchi casini, bisogna fare attenzione a scendere alla giusta fermata. Quando la destinazione è la tua fermata non c’è problema, altrimenti devi stare bene attento a scendere alla fermata giusta e per tempo. I treni hanno un tempo limitato quando si fermano e una distrazione di pochi minuti potrebbe farti saltare la fermata. Particolare attenzione va ai treni notturni e a quelli di lunga percorrenza, soprattutto quando accumulano ritardo e l’orario di arrivo non è più quello inizialmente previsto.

Extra per i viaggi a lunga percorrenza: Considera l’idea di usare uno zaino da trekking

Questo è un consiglio principalmente per chi vuole utilizzare il treno per fare tante tappe. I bagagli possono essere davvero ingombranti e scomodi e soprattutto quando si deve passare da un treno all’altro diventa un incubo trascinarseli. Anche in questo caso abbiamo le nostre esperienze a dircelo, abbiamo fatto un interrail di 15 giorni con due valige in giro per l’Europa, trascinarle da una stazione all’altra è stato un vero e proprio inferno. Per la volta successiva abbiamo comprato uno zaino da trekking e ci ha cambiato la vita. Si avrà tutto il peso sulle spalle ma una libertà di movimenti unica. Ancora oggi nonostante non abbiamo bisogno di fare molti cambi lo zaino da trekking è veramente una valida alternativa per muoversi all’interno delle stazioni con meno stress. Ti consigliamo di scegliere tra i tantissimi di Decathlon.

wanderlust

Viaggi in treno: conclusioni

Speriamo davvero che questo articolo ti possa essere utile nei tuoi prossimi viaggi e in qualche modo ti abbia ispirato a partire. Pensiamo che i viaggi in treno siano davvero una bella opportunità per godersi il panorama e il viaggio che si sta percorrendo. Come anticipato sono tutti consigli di esperienze fatte dopo decine, se non centinaia treni presi negli ultimi quindici anni. Ricorda di seguirci su instagram, pinterest e tiktok  per rimanere aggiornato sui nostri viaggi e commentare insieme 🙂

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.